Nepenthes

Nepenthes


Questo genere di piante carnivore (un’ottantina di specie) ha delle trappole che si sviluppano dalle foglie, formando dei sacchettini vegetali (ascidi) con un piccolo “coperchio” di chiusura (opercolo).

Appena l’insetto - attirato dal nettare o dal colore - vi entra, il coperchio si chiude.

All’interno del sacchetto una sostanza viscida fa precipitare l’insetto verso il fondo, mentre dei peli rivolti verso il basso impediscono all’insetto di risalire - se ciò non bastasse c’è sempre l’opercolo che si chiude.


Foreste equatoriali (Madagascar, Malesia, Australia).

Torba di sfagno mischiata a perlite e bark (composto da corteccia di abete rosso e Pseudotsuga douglasii, originaria del Nord America, viene utilizzato anche per le orchidee).
Le sue radici non sono molto sviluppate e non necessita di un vaso particolarmente grande: in natura, spesso, le Nepenthes sono epifite - come le orchidee - e possono raggiungere dimensioni ragguardevoli con ascidi che arrivano a contenere anche due litri d’acqua.

Per divisione della pianta.

Nepenthes con coccinella

Da 15° a 25° C. In inverno portatela in casa o in luogo coperto e relativamente caldo.
Ama il sole diretto - ma non nelle ore più calde - e l’umidità.
Oltre al paio di centimetri d’acqua piovana nel sottovaso, il genere Nepenthes ha necessità di umidità, quindi dovrete nebulizzarla, di mattino, almeno nel periodo estivo.