Menta

Menta - Mentha


Appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, conta diverse specie.

La menta era conosciuta già dal tempo degli Egizi, mentre Galeno la utilizzava come pianta medicinale.

La sua coltivazione in Europa avvenne nel 1750 in Inghilterra (contea di Mitcham).


Caratteristiche

Morfologia

È un'erba che può arrivare a raggiungere un metro d'altezza. Si caratterizza per le radici rizomatose che si espandono nel terreno e per le foglie opposte e laceolate dal colore verde brillante. I fiori possono essere bianchi, rosa o viola, e fioriscono da fine estate dino all'autunno, dal basso verso l'alto, secondo spighe terminali.
Ogni frutto - tetrachenio - può contenere da 1 a 4 semi.

Tecniche colturali

La menta è di facile coltivazione. Predilige sone ombrose ma poco umide.
Può essere moltipliata per talea (fine settembre) o per seme.
Nel periodo estivo richiede buone annaffiature, ma attenzione ai ristagni idrici. Può essere moltiplicata per talea o per stoloni.

Raccolta e conservazione

Le foglie di menta posso essere raccolte per tutto il periodo dell'anno e consumate fresche.
Se essiccate all'ombra mantengono il loro aroma.

Canfora di menta (mentolo), pinene, limone, mentene.
Altri suoi componenti sono la pctina, il carotene, il tannino.

Viene attaccata da funghi parassiti (Puccinia menthae) che danno luogo a rigonfiamenti delle foglie, con la comparsa di puntini rossastri.
Anche le lumache sono dei parassiti temibili, perché ghiotte delle sue foglie.

Conosciuta fin dal XVII secolo a.C. dagli egiziani (papiro di Erbers) è la base della loro erboristeria.
La ritroviamo inoltre nell'Antico Testamento, dove oltre alle sue qualità culinarie, viene usata anche come elemento decorativo sulle mense.
Per i Greci la menta è una pianta sacra. Mintha (o Menta) era una ninfa amata dal dio degli inferi, Ade. Per gelosia, la moglie di Ade, Persefone, la trasformò in un'erba ma le diede l'aroma che le è tipico per ricompensarla di quella trasformazione. Nel medioevo è un importante ingrediente per filtri d'amore e pozioni magiche.

La menta è un ottimo dissetante. Con le sue foglie possono essere preparati infusi e tisane.
Il mentolo ha inoltre proprietà stimolanti per lo stomaco, contro disturbi gastrointestinali, e proprietà analgesiche.
È un ottimo rimedio contro il mal d'auto. Va usata con attenzione e senza esagerare, perché in dose eccessive può avere effetti spiacevoli sul sistema nervoso.

Tabella ripartizione percentuale degli elementi

Fonte: INRAN - Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione

Proteine: 37%
Lipidi: 15%
Carboidrati: 48%