Page 9 - Il giardino ottocentesco di Villa Giovannina
P. 9

































Percorro una parte del perimetro del corpo 

della villa, e dietro si apre il giardino. Non è molto gran- 

de ma conserva ancora un’atmosfera antica, che vive 


negli alberi piantati dai vecchi proprietari.




Sento ancora il rumore delle macchine della 

vicina strada statale, ma più mi inoltro nel giardino, più 


questi rumori svaniscono, e rimangono affascinato dal 

luogo, dal grande platano che ha sviluppato un tronco 

particolare, dalle molte piante di Ligustrum giappo- 


nese, dal silenzioso leccio, da una piccola deviazione 

del sentiero che, attraverso dei gradini ora in pessime 


condizioni, ti porta su una piccola collina rialzata, dove 

originariamente sotto c’era un piccolo laghetto. Da qui 


vedo il bellissimo boschetto di canne di bambù.



È la parte “romantica” del giardino, quella che 


abbandona l’ordine armonioso e il ritmo del giardino 

all’italiana della facciata, e porta la Natura a liberarsi 


delle costrizioni del giardiniere, perché chi vi passeggia 

possa liberare tutte le emozioni del proprio cuore...

















   7   8   9   10   11