Page 13 - Tecniche di potatura, consigli e bibliografia
P. 13














i


L’errore più comune è rappresen- 
n
tato dalla cosiddetta coda di cane.


Che cos’è?



u
In pratica si lascia come ramo prin- 

cipale un rametto dalle dimensioni inferiori 

di quello sul quale è attaccato. Così il po- 

m
vero rametto non riuscirà a diventare una 

cima principale, e con gli anni - causa mal- 


tempo, neve, vento , etc. - può spezzarsi.




Le piante d’alto fusto non richie- 
o
dono potature, se non piccoli interventi di 

diradamento. Eppure, girando per le città, 


è frequente vedere alberi potati in modo 
c
brutale. Le conifere non si dovrebbero mai 


potare - a parte i minimi interventi di pu- 

lizia del secco, rami morti, piccoli dirada- 
 
menti, etc.




Chi progetta il verde, chi pianta al- 
i

beri lungo le strade o nei giardini pubblici, 

deve prevedere il diametro della chioma r


e la crescita dell’albero in funzione dello 

spazio attorno. Ma chi progetta il verde? E o

chi si occupa della potatura?




Non sempre chi taglia gli alberi è 
r

un giardinere. Alcune volte è sufficiente 

uno o due camion, una motosega, una sca- 
r

la... e tutti sono giardinieri.



e




   11   12   13   14   15