Page 16 - Fiori e insetti lungo le rive del fiume
P. 16




Tra i fili d’erba | hortus.wordpress.com
















Dei fiori spontanei che crescono nei prati ammiro forme 

e colori. Crescono senza che nessuno se ne prenda cura. 

Hanno imparato a crescere e a riprodursi senza bisogno 

di nessun giardiniere.




Ci sono forme di intelligenza diverse da quella che noi 

consideriamo una risorsa per la sopravvivenza. E ci sono 

forme di comunicazione che forse nemmeno sospettia- 

mo. In questo senso i fiori, tutti, hanno dei modi di richia- 

mare gli insetti a sé.



Poi ci sono gli esseri umani, che di questo mondo qualcosa 


cercano di capire, e provano a ridurlo a schemi e rego- 

le. Come la simmetria. E allora, perché siano belli, tutti i 

giardini devono essere simmetrici. Ma poi qualcuno non 

è proprio certo che questa sia una regola valida, e allora 

tuona: «perché siano belli, tutti i giardini devono contene- 

re anche l’asimmetria». E via di questo passo, per tutta la 

storia dell’umanità.




Ognuno veda in un fiore ciò che desidera, ma non è nem- 

meno sbagliato provare a vedere qualcosa che va oltre 

quel fiore. O forse dovremmo semplicemente provare a 

vedere con occhi nuovi, senza cercare regole e valori che 

per un verso tentano di semplificare la complessità, ma 

per l’altro ci limitano in categorie di cui possiamo anche 


diventare noi stessi prigionieri.



















16

   14   15   16   17   18