Page 11 - Storia e significati simbolici della zucca
P. 11







Piccoli appunti per un’estetica della zucca






Le sue caratteristiche fisiche - la grossezza, la svariata gamma di 



colori con cui si presentano i frutti di questa famiglia di piante - hanno 



altresì contribuito a darne un’interpretazione simbolica negativa.






Sappiamo che presso i romani - che probabilmente avevano visto 


questo frutto nei paesi colonizzati dal loro Impero - la zucca era simbo- 



lo di stupidità, di scempiaggine e di follia.



“La cucurbita pepo, come la clessidra, rappresenta il mondo superiore 


e quello inferiore.”







Nella Bibbia viene raccontato come Dio fece crescere una pianta 


di zucca per far ombra a Giona (4, 6-7). La pianta divenne per questo 



un simbolo della resurrezione, ma Dio non invitò Giona ad assaggiarla, 


così che nessuno pensò alle sue proprietà nutritive, o alle belle e sapori- 



te pietanze che si potevano fare con quel frutto. La zucca veniva invece 



utilizzata - dopo essere stato essiccata e svuotata - dai viandanti e dai 


pellegrini come borraccia dalla quale dissetarsi nei loro lunghi viaggi tra 



un luogo santo ed un altro. Così possiamo trovare il frutto della zucca 



utilizzata come borraccia nelle rappresentazioni di Giacomo Maggiore, 


di Cristo sulla via di Emmaus e talvolta dell’Arcangelo Raffaele.











11



   9   10   11   12   13