Narciso

Narciso - Narcissus


È una bulbosa perenne, dalle forme tra le più svariate, con colori che vanno dal bianco a diverse sfumature di giallo.

Hanno foglie solitamente lineari con fiori composti da una trombetta o da una corona e dai petali. Fioriscono tra marzo e aprile e sono dei bellissimi fiori ornamentali per qualsiasi giardino.

Vengono raggruppati in 12 gruppi:

Gruppo 1: tromboni;
Gruppo 2: a coppa grandi;
Gruppo 3: a coppa piccoli;
Gruppo 4: doppi;
Gruppo 5: triandrus;
Gruppo 6: Cyclamineus;
Gruppo 7: giunchiglia;
Gruppo 8: tazetta;
Gruppo 9: poeticus;
Gruppo 10: specie selvatiche;
Gruppo 11: a coppa spaccata;
Gruppo 12: miscellanea.


Narcisi bianchi

Famiglia: Amaryllidaceae

Ambiente: sole o ombra parziale e terreno ben drenato.

Altezza: a seconda delle varietà l’altezza può variare dagli 8 ai 45 cm.

Il nome narciso deriva dal greco “narkao” che significa paralizzare. Si riteneva che il profumo del fiore e le sue sostanze avessero il potere di stordire le persone.

Nella mitologia greca, nella versione raccontata da Ovidio nelle Metamorfosi, il bellissimo Narciso rifiuta l’amore della ninfa Eco. Per questo rifiuto Giunone condanna Narciso ad innamorarsi della propria immagine riflessa nell’acqua. Morto d’inedia viene mutato nell’omonimo fiore, mentre Eco si lascia languire per il dolore finché di lei non rimane nulla se non la sua voce.
Il mito di Narciso è stato più volte rappresentato nell’arte moderna dai grandi pittori, dal Rinascimento in poi.

Può essere attaccato dalle larve di Lampetia equestris F. che ne mangiano i bulbi, o dall'acaro del bulbo.
Muffe e marciumi possono compromettere la salute dei bulbi e conseguentemente della pianta intera.

Narcisi gialli